Per gli studenti medici, cosa significa residenza?

Residenza medica è un programma di istruzione post-laurea per gli studenti di medicina che consente loro di perfezionare la loro formazione in una particolare disciplina medica e pratica competenze in un ambiente reale. La residenza è una parte importante della formazione per i medici e dura da tre a sette anni, a seconda della specialità. Può anche essere un periodo molto stressante, in quanto i residenti medici tradizionalmente lavorano lunghe ore in ambienti talvolta molto intensi.

Nella scuola medica, un futuro medico ottiene una grande conoscenza generale. Verso la fine della scuola medica, gli studenti in genere vanno in rotazioni per sperimentare varie specialità mediche per brevi periodi, solitamente poche settimane. Durante queste rotazioni, gli studenti possono vedere se una particolare specialità è di interesse. Gli studenti si applicheranno quindi ai programmi della disciplina in cui sono interessati. Se il programma è interessato allo studente, l’offerta sarà un’intervista.

Dopo l’applicazione e l’intervista per più programmi, uno studente di medicina presenta un elenco di programmi classificati, mentre i programmi di residenza presentano elenchi classificati di studenti. Queste liste vengono eseguite attraverso un computer centrale che dovrebbe corrispondere agli studenti con i programmi. L’obiettivo della partita è quello di ottenere ogni studente in un programma di allenamento, ma non tutti gli studenti ei programmi medici corrispondono. Se questo è il caso, gli studenti sono costretti a richiedere le restanti posizioni aperte, che a volte possono determinare un cambiamento di campo medico.

Nel primo anno di residenza, uno studente è conosciuto come intern. Tecnicamente, ha qualificato come medico, ma non è ancora permesso di praticare. Sotto la supervisione di medici addestrati, lo studente impara la specialità scelta e inizia ad eseguire procedure di base. La formazione medica è in mano, e dal loro anno maggiore molti residenti sono in gran parte indipendenti. Alcuni studenti sono invitati a rimanere per un altro anno per assistere residenti junior. Tutti i residenti medici sono sotto la supervisione di un medico curante.

La residenza può essere un’attività assolutamente assorbita, in quanto i residenti sono costantemente in chiamata e sono tenuti a lavorare a lunghe ore, talvolta anche estenuanti. Le riforme nel modo in cui i programmi di residenza sono stati gestiti sono stati intrapresi alla fine del ventesimo secolo, a causa della preoccupazione per la privazione del sonno che ha un impatto negativo sulla capacità dei residenti di funzionare. Dopo aver completato la residenza, uno studente è idoneo a prendere gli esami del consiglio di ammissione. Un passaggio di successo consente al residente di diventare un medico full-fledged, autorizzato a praticare nello stato o nella provincia dove sono stati presi gli esami.