Come faccio ad evitare la disidratazione dopo il vomito?

La disidratazione dopo il vomito tende a verificarsi solo se le persone sono già disidratate quando iniziano a vomitare o se vomitano ripetutamente. Per le persone vulnerabili a livello medico, bambini piccoli e molto vecchi, la disidratazione può iniziare se la gente vomita più volte durante un periodo di due o tre ore e non può contenere i liquidi. La maggior parte degli adulti sani sono in grado di sopportare un vomito di un giorno prima di diventare disidratati, ma ciò può cambiare se sono presenti altri fattori, come una febbre alta o una diarrea concorrente. Essenzialmente, l’unico modo per prevenire la disidratazione dopo il lancio che si verifica durante un lungo periodo di tempo è quello di ricondurre i liquidi nel corpo. Questo non può sempre essere compiuto senza intervento medico.

Il consiglio principale per prevenire la disidratazione dopo il vomito è offrire liquidi. Si raccomandano acqua, bevande sportive e soluzioni per la reidratazione orale, che sono considerate superiori agli altri fluidi e possono essere fatta a casa, acquistate in pacchetti o disponibili con marchi come Pedialyte®. Questi fluidi devono essere somministrati da 5 a 15 minuti dopo l’episodio di vomito. Offerto troppo presto, i liquidi possono stimolare il gagging e causare semplicemente più emesi ed è molto importante che la quantità iniziale di fluido offerta sia minima. Un bambino dato un bicchiere pieno d’acqua potrebbe bere tutto e semplicemente gettare di nuovo, quindi piccoli sorsi o circa un cucchiaino di liquido alla volta viene sottolineato.

I piccoli piccoli continui dovrebbero essere ripetuti ogni pochi minuti. Gli importi esatti possono variare, ma sono circa una metà per un intero cucchiaino (50-100 ml) per chilogrammo di peso in circa due o quattro ore. Un bambino di 40 libbre (18,14 kg) avrebbe quindi bisogno di circa 10-20 teaspoons di fluido in due o quattro ore, che a due ore di tasso avrebbe lavorato a circa metà al cucchiaino intero ogni sei minuti.

A volte le persone semplicemente non possono prendere fluidi per bocca e automaticamente cominciano a gorgogliare o vomitare di più se provano. Quando questa situazione è in corso e i tentativi di reidratazione con la soluzione di reidratazione orale non funzionano, le persone devono essere valutate per determinare se stanno provando la disidratazione dopo aver lanciato. La disidratazione lieve o moderata è dimostrata da prove di sete, bocca secca o lingua, regolari per aumentare la respirazione, diminuzione della produzione urinaria e sensazione di freddo alle estremità. Non tutti i sintomi devono essere presenti per la disidratazione.

Una grave disidratazione dopo il vomito può mostrare sintomi come estremità molto fredde o screpolate, lingua spezzata, letargia o alterato stato mentale, battito cardiaco alto o basso e impatto debole, occhi affondati e assenza di lacrime. Poiché il corpo diventa più disidratato, i sintomi come vomito o secchezza secca possono in realtà aumentare. Se la sostituzione del liquido non funziona, le persone hanno spesso bisogno di un trattamento ospedaliero dove possono essere somministrati farmaci anti-nausea e sostituzione del liquido endovenoso. Questi possono aiutare a curare la disidratazione dopo il vomito, se non risponde al trattamento domestico. È consigliato che le persone ricevano assistenza medica se sospettano che la disidratazione sta avvenendo e che non riescono a trattarlo a casa.