Come faccio a trattare fotodermatite?

Il trattamento della fotodermatite comporta l’affaticamento della pelle e la limitazione dell’esposizione alla luce per prevenire ulteriori focolai di questa condizione cutanea. I pazienti con fotodermatite hanno una pelle insolitamente sensibile che reagisce alla radiazione ultravioletta trovata alla luce del sole, causando eruzioni cutanee, vesciche e piaghe piante. Le creme solari lenitive possono affrontare un breakout, i farmaci possono sopprimere la gravità della reazione e la protezione solare può prevenire episodi futuri. È consigliabile consultare un dermatologo per consigli e assistenza con il trattamento.

Alcuni pazienti possono avere una predisposizione genetica a questa condizione o potrebbero essere più a rischio a causa di una malattia sottostante, in particolare nel caso di malattie autoimmuni. I farmaci e alcuni alimenti possono anche causare la condizione. Nelle persone sensibili, il sistema immunitario reagisce fortemente alla luce solare a causa della presenza di un allergene o di un irritante, e possono apparire macchie di vesciche, brillanti e scabrose. Non si tratta di scottature, ma una reazione allergica.

Per le piaghe aperte, i freddi e leganti umidi possono essere utili. Alcuni pazienti trovano idratanti senza profumi utili per alleviare dolore e prurito e altri possono bagnarsi in acqua fredda con la soda da bere per sentirsi più comodi. I farmaci steroidi e altri farmaci sono disponibili per sopprimere il sistema immunitario e rendere la reazione cutanea più moderata. Un medico prescriverà questi medicinali se sono appropriati. Alcuni possono avere effetti collaterali che porteranno un medico a consigliarli solo a breve termine, per evitare di creare più problemi di quanto risolvano.

I pazienti con una nota suscettibilità alla luce solare possono indossare la protezione solare e gli indumenti protettivi per limitare l’esposizione al sole. È importante indossare la protezione in ogni momento, non solo nel bel sole estivo, in quanto la luce solare invernale contiene anche radiazioni ultraviolette. Quando i medici prescrivono farmaci noti per provocare fotosensibilità, possono anche consigliare ai loro pazienti di prendere in considerazione l’uso di sunhat, maniche lunghe e altri dispositivi di protezione mentre sono fuori. Ciò può ridurre i rischi di sviluppare fotodermatite e mantenere il paziente più confortevole.

Questa condizione non è contagiosa, anche se può sembrare spiacevole. I pazienti con piaghe piante devono essere attenti a mantenerli puliti per ridurre il rischio di sviluppare infezioni. Raffreddare all’acqua calda e saponi delicati e non adatti sono migliori per la pulizia. Patting asciutto con un asciugamano piuttosto che sfregamento è consigliabile, per evitare ulteriori rotture della pelle. I prodotti profumati vanno evitati con fotodermatite, in quanto i profumi possono esacerbare la reazione e possono rendere ancora più peggiorata la pelle del paziente.